Ridopuntoenergia Dario Ridolfi


Conto Termico 2019, come richiedere gli incentivi

Conto Termico 2019, come richiedere gli incentivi

Conto Termico 2019. Chi può beneficiarne e quali sono le misure previste dall’incentivo?

Continua anche nel 2019 la possibilità di sfruttare il Conto Termico, strumento di promozione dell’efficienza energetica e delle energie rinnovabili termiche.

L’incentivo sarà disponibile sino ad esaurimento del contingenti di spesa annuo cumulato di 700.000 di euro per i privati e 200.000 di euro per le Pubbliche Amministrazioni.

Nella seguente figura viene illustrato il contatore del conto termico a febbraio 2019.

Dall’avvio del meccanismo a febbraio 2019 sono pervenute al GSE circa 181 mila richieste di contributo.

A cui corrisponde un ammontare di incentivi impegnati di 503 milioni, 40 milioni in più rispetto al mese precedente.

Gli incentivi erogati nel 2018 dal Conto Termico ammontano complessivamente a 177 milioni.

Di questi 146 milioni per interventi realizzati da privati e 31 milioni per interventi realizzati dalla soggetti pubblici.

L’impegno di spesa per il 2019 sino ad ora occupato del Conto Termico ammonta complessivamente a 119 milioni di incentivi.

Conto Termico 2019, chi può accedervi?

L’incentivo è rivolto sia ai soggetti privati che alle pubbliche amministrazioni e ai soggetti di natura pubblica assimilati.

Per i Privati, gli interventi che hanno avuto maggiori richieste dall’inizio del meccanismo sono stati quelli relativi ai generatori a biomasse, seguiti dal solare termico.

Mentre per le Pubbliche Amministrazioni la maggiore attenzione è stata rivolta agli interventi con caldaie a condensazione.

A riguardo vedi l’approfondimento:

I soggetti che possono beneficiare del conto termico

Conto Termico 2019: gli interventi ammessi

Sono previste due macro-categorie destinate rispettivamente a:

  • all’incremento dell’efficienza energetica
  • alla produzione di energia termica da fonti rinnovabili.

Nella seguente figura sono schematizzati tutti gli interventi previsti:

Conto Termico 2019: gli Interventi di incremento dell’efficienza energetica

Sono misure riservate esclusivamente alle Pubbliche Amministrazioni e ai soggetti assimilati.

In particolare gli interventi previsti sono:

Conto Termico 2019: Interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili

Mentre gli incentivi per interventi di produzione di energia termica da fonti rinnovabili sono richiedibili sia dai Soggetti Privati che dalle amministrazioni pubbliche.

Nel dettaglio, le misure previste sono riconducibili alla:

In particolare per gli interventi con generatori a biomasse si evidenza che il conto termico 2019 prevede l’obbligo di trasmissione del certificato ambientale con la pratica.

Conto Termico 2019: Modalità di richiesta degli incentivi

Per poter accedere al Conto Termico è necessario rispettare requisiti tecnico-ambientali e impiantistici, funzione del caso specifico, a riguardo vedere le singole misure precedentemente approfondibili.

La richiesta del contributo per i privati può essere fatta esclusivamente tramite procedura di accesso diretto.

Mentre le Pubbliche Amministrazioni possono anche prenotare l’incentivo preliminarmente, oltre che seguire la procedura di accesso diretto.

La richiesta deve essere effettuata tramite il portale applicativo operato dal GSE chiamato portaltermico.

Sarà necessario rispettare determinate tempistiche in funzione della procedura di accesso che verrà eseguita.

Per l’accesso diretto la richiesta deve essere effettuata in modo perentorio entro 60 giorni dalla fine dei lavori.

Si segnala che sotto 35 kW per i generatori (e 50 mper i collettori solari termici) è prevista inoltre una procedura semplificata per gli apparecchi ricompresi nel  catalogo degli apparecchi prequalificati:

Il catalogo degli apparecchi pre-qualificati del conto termico

In caso di accesso diretto l’incentivo viene riconosciuto in 1, 2 o 5 rate annuali di pari importo.

Sotto 5 mila euro viene riconosciuto tutto in un’unico versamento entro 90 giorni dall’attivazione della richiesta.

Mentre in caso di prenotazione, per i casi previsti, è previsto un acconto preliminare all’inizio dei lavori e il saldo al termine.

Tutte queste caratteristiche rendono il Conto Termico 2019 uno strumento molto interessante da sfruttare in caso di intervento di riqualificazione degli edifici e degli impianti.

Guida al Conto Termico 2.0

Di seguito sono disponibili 3 guide sul conto termico incentrate sui principali soggetti che possono beneficiare del meccanismo.

In particola gli approfondimenti riguardano i Soggetti Privati, le Pubbliche Amministrazioni e le Aziende Agricole che eseguono interventi con generatori a biomasse.

Icon

Guida al Conto Termico 2.0 per Soggetti privati 2.85 MB 609 downloads

La guida al Conto Termico 2.0 per Soggetti Privati ha lo scopo di descrivere gli...
Icon

Guida al Conto Termico 2.0 per Pubbliche amministrazioni 3.37 MB 282 downloads

La guida al Conto Termico 2.0 per Pubbliche amministrazioni ha lo scopo di descrivere...
Icon

Guida al Conto Termico 2.0 per generatori a biomassa in aziende agricole 1.79 MB 95 downloads

La guida al Conto Termico 2.0 per generatori a biomassa in aziende agricole ha lo...

Consigliamo infine la lettura dell’approfondimento:

Comunicazione ENEA detrazioni per ristrutturazioni con risparmio energetico

Seguici su facebook linkedin per rimanere aggiornato con altre novità dal settore.

 

Share